lunedì, ottobre 13, 2008

L'Italia di oggi

L’ITALIA DI OGGI
così come è vista
dai nostri
VIGNETTISTI

Risolto il problema della mancata crescita della nostra economia; un bel trapianto pilifero

In tempi grami per le Banche cambia anche il ruolo delle parti; solo per colpa della crisi ?

ad evitare scherzi del genere è meglio nascondere in casa i risparmi, anche sotto il materasso non sono sicuri, meglio ancor più sotto

Ho messo tutti i risparmi della nonna sotto il pavimento….poi mi hanno arrestato!!”
“Perche ?”
“C’era anche lei insieme ai risparmi”.
anche le imprese risentono le conseguenze della recessione in atto, tutte tranne quelle di una certa categoria per il verificarsi di una lunga sequela di eventi luttuosi.


Ma il governo ha altri problemi da risolvere (!?), e qui si che ci sarebbe l’urgenza per legiferare attraverso un decreto legge onde porre fine a questa strage.
Ma guai a mettersi contro i datori di lavoro, anche contro coloro che hanno distrutto le loro aziende.
Infatti, nel decreto “Alitalia” c’era anche una norma che disponeva la non perseguibilità per i reati di natura economica se non c’era il fallimento dell’impresa.
Ad accorgersene per prima è stata la giornalista Milena Gabanelli, l'autrice della trasmissione televisiva Reporter.
Dopo la sua pubblica denuncia questo emendamento, che avrebbe salvato da una giusta condanna penale alcuni "pirati dell'economia" quali Tanzi,Cragnotti e Geronzi, è stato cancellato.
Adesso si fa finta di cercare chi sia stato il “mandante” di questo salvapirati anche se, da come sta evolvendosi ogni mossa politica, non si sapesse che oramai in Italia non si muove foglia se un certo signore non voglia.
Meglio, pur tirando la cinghia, metterla sul ridere.
Alla prossima, però tra qualche giorno, perché dopo tre mesi trascorsi in Sicilia, a Noto, si ritorna al nord, tra il verde di Cornaredo,
Un viaggio lungo, anche in nave, nonché per una breve sosta che faremo in Liguria presso uno dei miei figli.



1 commento:

Carlo Onofrio Gori ha detto...

Ho casualmente (ormai ce ne sono tantissimi in circolazione)letto il suo blog e lo trovo molto interessante sopratutto per il "sostegno" storico che riesce a dare ai suoi commenti alla politica (che condivido quasi in toto) ed all'attualità.
In tempi in cui la storia non sembra insegnare quasi più niente a nessuno trovo la cosa oltremodo benemerita.
Sarà perchè siamo vecchi...
Infatti ho anch'io un blog (www.historiablogori.splinder.com)dove scrivo soprattutto di storia (con qualche puntata sull'attualità politica) e sarei onorato se ogni tanto potesse dargli un'occhiata.
Buon lavoro!
Carlo Onofrio Gori